6.2 C
Sulmona
mercoledì 20 settembre 2017
Home Chi Siamo

Chi Siamo

Tra le prerogative di Saca Spa rientra, con forza, una gestione attenta e controllata della risorsa acqua, elemento fondamentale nella vita delle persone, il cui utilizzo merita un’attenzione particolare poiché bene non più indisponibile, promuovendo anche campagne di sensibilizzazione ad un uso corretto e consapevole della risorsa idrica, fonte di vita!

SACA spa intende valorizzare l’elemento acqua tentando di operare su 2 obiettivi che assumono un ruolo di:

    • Valori di riferimento ovvero favorire ed accrescere l’attenzione dei cittadini verso una risorsa primaria ma non inesauribile
    • Aumentare gli standards di servizio offerti ai cittadini e tutelare l’ambiente con investimenti mirati al trattamento dei reflui urbani, restituendo al sistema “ambiente” elementi che salvaguardino lo stesso e le sue caratteristiche.

L’impegno della Società è diretto all’intero territorio gestito con particolare attenzione alle aree montane più disagiate e che comportano costi economici più alti mantenendo un forte radicamento sull’intero territorio di riferimento.

Saca Spa è l’azienda che gestisce un servizio pubblico, il Servizio Idrico Integrato (S.I.I.), costituito dalle infrastrutture di acquedotti, reti di distribuzione, reti fognarie ed impianti di depurazione.

La L.R. n. 6/90, correggendo e integrando la L.R. n. 66/87 istituì, in tutta la Regione Abruzzo, n. 6 Consorzi Acquedottistici. Nel territorio della Valle Peligna fu costituito il “Consorzio Acquedottistico Valle Peligna-Alto Sangro”. Nel 1995, in ottemperanza alla Legge n. 142/90, il Consorzio Acquedottistico Valle Peligna – Alto Sangro venne trasformato in “Azienda Speciale” C.A.V.P.A.S.

A seguito della Legge n. 448/01, i Comuni soci di C.A.V.P.A.S, con deliberazione assembleare n.7 del 27.12.2002, approvarono la trasformazione per scissione, con decorrenza 1 gennaio 2003, dell’Azienda Speciale CAVPAS in due società, entrambe partecipate dagli stessi 19 Comuni dell’ATO3: SACA Spa, società per la gestione delle reti con capitale sociale interamente versato di € 696.996,00 suddiviso in numero di azioni paritario tra i 19 Comuni soci e la GISA Srl, società di patrimonio, attualmente in fase di liquidazione.

La legge n. 36/94 relativa all’organizzazione territoriale del Servizio Idrico Integrato, la cosiddetta “Legge Galli”, imponeva al settore di riferimento la definizione di un Gestore Unico per il Servizio Idrico Integrato che comprendesse acquedotti, fognature e depurazione. In attuazione dell’art.8 della suddetta normativa e, al fine di garantire la gestione unitaria dei servizi idrici integrati, la Regione Abruzzo, con L.R. n. 2 del 13 gennaio 1997, delimitò n. 6 Ambiti Territoriali Ottimali (ATO) definendo le norme che regolano la riorganizzazione del Servizio Idrico Integrato in Abruzzo, avviando così concretamente il processo di ristrutturazione previsto dalla Legge n. 36/94

L’Ambito Territoriale Ottimale di riferimento per il nostro territorio è l’ATO 3 Peligno/Alto Sangro nel quale sono ricompresi i 36 Comuni appartenenti alla Provincia di L’Aquila il cui bacino geografico copre i territori della Valle Peligna, della Valle Subequana, della Valle del Sagittario, dell’Alto Sangro e Pescasseroli/area PNALM. Si tratta di un bacino geografico con una morfologia prevalentemente montuosa caratterizzata da forte presenza di Parchi, Aree protette, collegamenti stradali critici che comportano pertanto difficoltà di gestione e manutenzione delle reti incidendo notevolmente sui costi di gestione dei servizi.

La “Riforma” introdotta con la Legge n. 36/94 recepita nella L.R. n. 2/97 prevede una netta distinzione tra il livello di Governo d’Ambito costituito dagli Enti Locali associati nell’Autorità d’Ambito (Consorzio obbligatorio) ed il Gestore.

L’Autorità d’Ambito è competente in materia di programmazione e controllo, fissa la tariffa, garantisce i livelli del servizio offerto agli utenti ed alla collettività, la loro qualità nonché il rispetto degli obblighi del gestore, con particolare riguardo all’esercizio del controllo analogo.

L’assemblea dell’ATO 3 Peligno Alto Sangro nel giugno 2003 inizialmente deliberò un affidamento triennale della gestione del SII a SACA spa per poi divenire, nel giugno 2007, un affidamento “In House” della durata di anni 20, procedendo, nell’ottobre 2007, alla stipula della Convenzione di gestione che regola i rapporti tra i due soggetti

La Regione Abruzzo, ai sensi del Decreto Legislativo 152/2006, nel rispetto delle competenze e delle funzioni degli Enti locali, ha deliberato, con Legge Regionale n.9 del 13 aprile 2011, la costituzione di un Ambito Territoriale Unico Regionale (ATUR) coincidente con l’intero territorio regionale, costituendo anche il soggetto d’ambito (ERSI) competente per l’ATUR che prevede il superamento degli attuali ATO disciplinando l’organizzazione del Servizio Idrico Integrato.

Con la suddetta legge regionale, la Regione Abruzzo ha provveduto a riformare l’intero sistema idrico, mantenendo sul territorio gli attuali sei Gestori, il cui servizio, gestito secondo i criteri di efficienza, efficacia ed economicità, deve favorire la definizione di un governo pubblico e la partecipazione dell’utenza in modo tale da garantire un uso sostenibile e solidale delle risorse idriche.

Il controllo dello Stato sull’attività del Servizio Idrico Integrato (SII) è stato conferito all’Autorità per l’Energia Elettrica ed il Gas (AEEG) che provvede alla verifica puntuale delle attività svolte dagli Ambiti Territoriali e dai Gestori ed alle indicazioni delle modalità di adeguamento della tariffa.

Font Resize
Contrasto